MIOPIA

La miopia e' un difetto refrattivo in cui i raggi provenienti dall'infinito vengono messi a fuoco in un piano anteriore a quello retinico. I pazienti miopi vedono male da lontano e, in relazione al grado di miopia, bene da vicino. La miopia puo' essere congenita o acquisita. Quella congenita e' legata a fattori di ereditarieta' e si manifesta precocemente anche in eta' prescolare, quella acquisita puo' subentrare anche dopo lo sviluppo o in eta' adulta e puo' dipendere da molteplici fattori. L'evoluzione della miopia normalmente va di pari passo con lo sviluppo fisico, per cui possono esserci variazioni fino a quando non viene terminata questa fase, tuttavia si possono avere, anche in eta' adulta, ulteriori modifiche. Quindi e' opportuno effettuare controlli oculistici periodici. In base all'entita' del difetto la miopia e' definita lieve entro le 4 diottrie, moderata entro le 7 diottrie ed elevata oltre le 7 diottrie. Nella miopia media ed elevata si associano talora alterazioni a carico della retina che possono deteriorare la funzione visiva. La correzione di questo difetto refrattivo necessita di una lente negativa che puo' essere oftalmica, e quindi montata su un occhiale, oppure a contatto. Quanto maggiore e' il grado di miopia, tanto piu' elevato sara' il potere delle lenti da utilizzare, con crescenti disagi visivi quali la distorsione e la riduzione delle dimensioni delle immagini retiniche.

MIOPIA